id_tab3_row0 CHI SIAMO | CONTATTACI | ACCESSIBILITA'
idnavigation
Sezioni in aggiornamento
idmenu1
Informazione 
 · Agevolazioni
 · Pensioni ed Indennità
 · Servizi socio-sanitari
 · Mobilità
 · Barriere architettoniche
 · La casa
 · Istruzione
 · Formazione e Lavoro
 · Cooperative
 · Associazioni
 · Patronati
 · Ammin. di Sostegno
 · Assistenti Familiari
 · Modulistica
 · Normative
 · Siti utili
 · Risorse del Territorio
Minori 0-17 anni 
 · Indennità
 · Servizi socio-sanitari
 · Istruzione scolastica
 · Scuole
 · Centri di aggregazione
Socializzazione 
 · Motore di Ricerca: Comunità attiva
 · Raccolta News
 · Photoalbum
 · Tempo libero
 · Sport e Terapie
 · Turismo

idmenu2
Area Riservata

Il Progetto

AVVISO

PROGETTO SERVIZI PER LE PERSONE DISABILI

cd. “TriesteAbile”

PROTOCOLLO PER L’INDIVIDUAZIONE DEI SOGGETTI E DEI PIANI

DI ATTIVITA’ IN FAVORE DI PERSONE CON DISABILITA’

(INFORMABILITA’)- 2 -

1) PREMESSA

Con deliberazione n. 118 dd. 07/03/2005 e successive modifiche ed integrazioni, è stato

approvato il progetto sperimentale destinato alla popolazione disabile della provincia di

Trieste, successivamente denominato “TriesteAbile”, finanziato con il contributo regionale di

cui all’art. 3, commi 58 e 61, della L.R. 02/02/2005 n. 1, dalla Fondazione CRTrieste,

dall’A.S.S. n.1 “Triestina”, della Provincia di Trieste e con la partecipazione progettuale del

Comune di Trieste.

Si precisa che per l’espletamento del progetto in parola, l’A.S.S. n. 1 “Triestina”, ha

individuato, a seguito di una procedura di gara pubblica, quale soggetto gestore in via

sperimentale dei servizi di informazione a favore delle persone disabili, mediante la creazione

di un centro informativo integrato ed altri servizi, la società Televita S.p.A. di Trieste.

Il progetto si pone l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone disabili

prioritariamente nella fascia d’età 0-65 con la realizzazione di un Centro Informativo Integrato.

Viste le premesse nella progettualità riguardante la realizzazione del punto unico d’accesso,

questo progetto intende sviluppare la tematica della prima fase dell’accoglienza:

l’informazione.

Il progetto pur finalizzando gran parte delle azioni alla creazione e gestione di banche dati

informative offre anche la possibilità di sperimentare altre attività e interventi a favore delle

persone con disabilità.

Il progetto si propone di:

-

realizzare un’attenta e capillare diffusione delle informazioni per consentire alle persone-

sensibilizzare ed incoraggiare la riflessione sulle pari opportunità e sulle strategie di-

creare un’offerta di servizi complementari e sinergici con i servizi sociali, sanitari, e-

2) OBIETTIVI

offrire dati, informazioni e conseguenti indicazioni operative ai decisori ai vari livelliSi individuano i seguenti obiettivi prioritari:

-

sviluppare cultura e conoscenza intorno alle “differenti abilità”;-

favorire la partecipazione attiva dei cittadini disabili alla vita socio-culturale;-

rafforzare le reti informali e le occasioni di integrazione sociale delle persone disabili;-

favorire lo scambio esperenziale e l’integrazione progettuale tra servizi pubblici e realtà-

sensibilizzare il contesto locale alla conoscenza dei bisogni e delle potenzialità delle- 3 -

-

favorire la messa a disposizione da parte delle persone con disabilità delle competenze-

collaborare con gruppi di persone con disabilità motoria per organizzare momenti ricreativi-

3) PARTECIPANTI

offrire opportunità di inserimento anche a singole persone disabili all’interno delle attivitàIn aderenza alle finalità del progetto, possono partecipare, al fine di essere inseriti nell’elenco

dei soggetti ritenuti idonei, Enti ed Organizzazioni che di seguito vengono identificati a titolo

esemplificativo e ai quali verranno applicate le indicazioni contenute nel regolamento

aziendale che disciplina i rapporti tra l’A.S.S. N. 1 Triestina e le associazioni di volontariato

come da delibera n. 810 dd. 14/12/2009 e s.m.e.i:

-

Associazioni di volontariato iscritte all’Albo/Registro delle Associazioni di Volontariato di-

Associazioni ed organizzazioni senza scopo di lucro;-

Associazioni per la tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente;-

Associazioni culturali;-

Associazioni sportive;-

Associazioni ricreative e del tempo libero;-

Associazioni di Promozione Sociale;-

Centri Servizi per il Volontariato;-

Enti confessionali e Organismi religiosi;-

Istituzioni scolastiche (raccordo istituzionale affinché gli studenti delle scuole superiori-

Associazioni di categoria (esempio associazioni artigiani, commercianti ecc…)-

Enti di formazione;-

ASP;-

Fondazioni;-

4) DURATA DELL’ELENCO

Cooperative sociali che intendano operare anche per aggregare diverse realtà diI soggetti interessati ad aderire al progetto per l’anno 2011 dovranno presentare una richiesta

di partecipazione seguendo le modalità di cui al punto 5 entro e non oltre la data del

31/12/2011.

I soggetti che verranno ritenuti idonei saranno inseriti in un elenco che verrà aggiornato di

norma semestralmente. I soggetti inseriti nell’elenco dovranno segnalare tempestivamente

all’A.S.S. n. 1 “Triestina” ogni variazione e/o modifica rilevante, rispetto a quanto dichiarato e/o

presentato in sede di prima istanza di partecipazione alla procedura in parola.

- 4 -

5) MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Per partecipare al progetto, deve essere presentata una proposta, con le modalità di seguito

indicate, attraverso la compilazione della specifica modulistica allegata al presente avviso

(Allegato A – Istanza di partecipazione al progetto, Allegato B - Piano di attività e Allegato C –

Dichiarazione contributi percepiti nelle due annualità precedenti la domanda).

Le proposte di collaborazione e piani di attività devono essere inviati, con le modalità di cui

sopra ed a mezzo di raccomandata A.R., ovvero a mano, ovvero a mezzo del servizio di posta

celere, ovvero tramite la PEC, ovvero tramite corriere autorizzato, all’attenzione della S.C.

Programmazione e Controllo e Acquisti dell’A.S.S., al seguente indirizzo:

“Azienda per i Servizi Sanitari n. 1 “Triestina”

Ufficio Protocollo

- via G. Sai, 1-3 -

34127 TRIESTE”

Il suddetto plico dovrà contenere la seguente documentazione:

1)

2)

3)

4)

5)

ISTANZA di PARTECIPAZIONE al PROGETTO, debitamente sottoscritta dal legalePIANO di ATTIVITÀ, sottoscritto dal legale rappresentante, redatto secondo il fac-simileDICHIARAZIONE CONTRIBUTI PERCEPITI NELLE DUE ANNUALITA’ PRECENTI,COPIA FOTOSTATICA di un valido documento d’identità del sottoscrittore;COPIA FOTOSTATICA dello statuto o altro documento attestante l’attività preminente-

dott.sa Rossana Formentin tel. 040/3995036 – fax 040/3995229 e-mail:rossana.formentin@ass1.sanita.fvg.it

e uap@ass1.sanita.fvg.it;-

6) REQUISITI E CONTENUTI DEI PIANI DI ATTIVITA’

TriesteAbile – Numero Verde 800 399 299 (da lun. a ven. – dalle 9.00 alle 13.00)I piani di attività, redatti sull’apposito modulo (Allegato B), dovranno contenere:

-

obiettivi, caratteristiche, attività dell’Organizzazione proponente, esperienze già effettuate-

eventuali rapporti con altre organizzazioni ed istituzioni presenti in ambito locale ed-

indicazione della zona territoriale nella quale si intende operare (quartiere, rione,-

possibili destinatari con i quali si intende svolgere le iniziative con una prima ipotesi-

caratteristiche delle azioni che s’intendano proporre;-

eventuali spazi d’incontro messi a disposizione o luoghi previsti per le attività;-

numero dei volontari/aderenti previsti;-

ipotesi di durata complessiva e scansione temporale dell’intervento;-

iniziative di formazione previste per i volontari;- 5 -

-

definizione delle risorse necessarie alla realizzazione del progetto (spazi, formazione,-

dettagliato preventivo di spesa;-

7) CRITERI DI VALUTAZIONE

ogni altro elemento ritenuto utile ai fini della valutazione del piano d’attività.L’A.S.S. n. 1 “Triestina” istituirà un apposito gruppo di valutazione tecnica formato da almeno

un rappresentante per ognuno dei soggetti coinvolti nel progetto, A.S.S. N. 1 Triestina,

Comune di Trieste e Televita denominato Gruppo Interenti, che procederà alla verifica dei

requisiti e della documentazione richiesta dal presente avviso, nonché all’esame ed alla

valutazione dei piani di attività presentati, secondo i seguenti criteri:

-

offerta di opportunità che consentano alti livelli di integrazione sociale;-

disponibilità a raccordarsi con altre realtà territoriali e/o cittadine;-

8) SOSTEGNO DELL’ATTIVITA’

disponibilità a rendere flessibile la proposta secondo i bisogni delle persone disabiliwww.triesteabile.it ,. L’inserimento nell’elenco non costituisce titolo di diritto ai fini dell’erogazioniE’ prevista, se eventualmente richiesta nel piano di attività presentato, l’erogazione di

contributi a favore delle organizzazioni non aventi scopo di lucro, purché non svolgano

preminente attività commerciale. A tal fine l’organizzazione dovrà allegare alla domanda di

partecipazione fotocopia dello statuto o di altro documento idoneo a comprovare l’attività

preminente svolta.

Sulla base delle istruttorie perfezionate dal Gruppo Interenti, l’A.S.S. n. 1 “Triestina”

provvederà, al ricevimento del verbale redatto in sede di riunione e approvato dai partecipanti,

anche via mail, alla validazione, all’interno del progetto “TriesteAbile”, dei piani di attività

proposti, alla stesura della presa d’atto dei contributi allo scopo eventualmente assegnati e

alla segnalazione di dignego ai progetti non beneficiari.

La percentuale del contributo concesso sarà determinata sulla base della valutazione degli

obiettivi perseguibili, dei tempi di realizzazione previsti, del piano economico complessivo

dell’iniziativa, delle risorse dell’organizzazione, dell’ambito territoriale d’intervento e dei

destinatari interessati.

In relazione alle caratteristiche del progetto, alla disponibilità finanziaria e al numero dei piani

di attività pervenuti, potrà essere assegnato un contributo che in ogni caso non potrà essere

tale da coprire tutti i costi, comunque in misura non superiore all’80% del costo complessivo.

Si segnala che i seguenti oneri non sono ammissibili a contributo:

-

oneri per l’acquisto e la ristrutturazione di beni immobili;-

spese per l’ordinario funzionamento dell’organizzazione;-

oneri relativi ad attività promozionali dell’organizzazione non riferiti al piano di attività;-

oneri riferiti a formazione, organizzazione di seminari, convegni, non correlati al progetto- 6 -

L’organizzazione beneficiaria del contributo, su richiesta dedell’A.S.S., invierà il modulo di

Comunicazione di accettazione del contributo concesso sul Progetto/attività (fac-simile

ALLEGATO D) e ogni altro documento e/o informazione necessaria, come previsto dalla

vigente normativa, al fine di garantirne la regolare erogazione.

All’avvio del Progetto/attività l’organizzazione/associazione farà pervenire all’A.S.S. il relativo

modulo di Comunicazione (fac-simile ALLEGATO E).

Per lo stesso progetto il soggetto interessato potrà richiedere ad enti terzi ulteriori

finanziamenti per la parte eccedente al contributo erogato.

9) EROGAZIONE

La liquidazione dei contributi concessi avverrà di norma alla conclusione dell’attività proposta

con provvedimento dell’A.S.S. n. 1 “Triestina”. Tuttavia, il Gruppo Interenti, si riserva sulla

base di proprie insindacabili considerazioni la possibilità di erogare in via anticipata il

contributo concesso o quota parte per favorire l’avvio della progettualità. e tale da garantire

l’avvio anche parziale o graduale delle attività previste.

Al termine di ogni attività, l’Associazione/Organizzazione/Ente dovrà trasmettere all’A.S.S. n. 1

“Triestina” una dettagliata relazione sull’attività svolta, che dovrà riguardare l’intero costo del

progetto redatta secondo il fac-simile dell’ALLEGATO F, nonché la documentazione relativa

alla accettazione di partecipazione al progetto da parte della persona disabile che vi ha aderito

(o dell’esercente la patria potestà o del legale tutore).

Qualora la documentazione non venga fornita e/o si riscontrino delle rilevanti difformità tra il

Piano proposto e l’attività effettivamente svolta, con particolare riguardo al numero dei

partecipanti diversamente abili coinvolti nello svolgimento del progetto, l’A.S.S., previa

valutazione del Gruppo Interenti, si riserva la facoltà di non erogare o, nell’eventualità che sia

già stato effettuato il pagamento, di chiedere la restituzione parziale o totale del contributo

concesso.

10) DISPOSIZIONI FINALI

Nulla spetterà ai partecipanti a titolo di compenso per qualsiasi spesa ed onere incontrati nella

redazione dell’istanza di partecipazione, qualunque ne sia l’ammontare.

L'A.S.S. n. 1 “Triestina” si riserva la facoltà di modificare o revocare in qualsiasi momento il

presente avviso.

L'inserimento nell'elenco non prefigura di per sé nessun obbligo per l'Amministrazione.

L’A.S.S. n. 1 “Triestina” si riserva la facoltà di sospendere e/o non procedere alla validazione

dei piani di attività, sia nel caso venga meno l’interesse pubblico all’effettuazione degli stessi,

sia nel caso nessuna delle proposte presentate, sia ritenuta idonea rispetto alle esigenze

dell’A.S.S.

Tutta la documentazione verrà conservata presso gli uffici della SCPCA per fino a 2 anni dalla

conclusione del progetto poi inoltrata all’archivio aziendale centrale.

ALLEGATI:

-

Istanza di partecipazione (fac simile ALLEGATO A)-

Piano di Attività (fac simile ALLEGATO B)-

Dichiarazione contributi percepiti nei due anni precedenti la domanda (fac simile ALLEGATO C)-

Comunicazione di accettazione del contributo sul Progetto/attività (fac simile ALLEGATO D)-

Comunicazione di avvio del Progetto/attività (fac simile ALLEGATO E)-

Modello di rendicontazione (fac simile ALLEGATO F)