id_tab3_row0 CHI SIAMO | CONTATTACI | ACCESSIBILITA'
idnavigation
Sezioni in aggiornamento
idmenu1
Informazione 
 · Agevolazioni
 · Pensioni ed Indennità
 · Servizi socio-sanitari
 · Mobilità
 · Barriere architettoniche
 · La casa
 · Istruzione
 · Formazione e Lavoro
 · Cooperative
 · Associazioni
 · Patronati
 · Ammin. di Sostegno
 · Assistenti Familiari
 · Modulistica
 · Normative
 · Siti utili
 · Risorse del Territorio
Minori 0-17 anni 
 · Indennità
 · Servizi socio-sanitari
 · Istruzione scolastica
 · Scuole
 · Centri di aggregazione
Socializzazione 
 · Motore di Ricerca: Comunità attiva
 · Raccolta News
 · Photoalbum
 · Tempo libero
 · Sport e Terapie
 · Turismo

idmenu2
Area Riservata

La detraibilità ai fini IRPEF

 
 
 
   

Le spese riguardanti l'acquisto e la riparazione dei mezzi di locomozione dei disabili danno diritto a una detrazione di imposta pari al 19% del loro ammontare. L'agevolazione compete per un solo veicolo, nuovo o usato, ogni quattro anni. Non vi sono limiti di cilindrata e la detrazione deve essere calcolata su una spesa massima di 18.075,99 euro. La cifra va sottratta dall'imposta lorda che, per quell'anno, si deve all'erario e può essere suddivisa in quattro quote annuali di pari importo.

E' possibile riottenere il beneficio nel quadriennio qualora il primo veicolo dovesse essere stato cancellato dal P.R.A. - Pubblico Registro Automobilistico e in caso di furto, per una detrazione di spesa massima pari all'importo sopracitato, al netto di eventuali rimborsi assicurativi.

Spese di riparazione

La detrazione IRPEF del 19%, oltre alla spesa sostenuta per l'acquisto del veicolo, spetta anche per le spese di riparazione dello stesso sostenute entro 4 anni dall'acquisto del mezzo, escluse quelle di ordinaria manutenzione.

Sono inoltre esclusi tutti i costi d'esercizio quali carburante, lubrificante, assicurazione ecc.

La spesa massima di detraibilità è sempre pari a 18.075,99 euro e deve essere onnicomprensiva delle spese d'acquisto del veicolo e delle spese di straordinaria manutenzione.

Intestazione della fattura d'acquisto

La fattura d'acquisto del veicolo deve essere intestata direttamente al disabile, se questo è titolare di reddiiti propri per un importo superiore a 2.840,51 euro, indifferentemente al disabile o al famigliare  cui esso risulta a carico.

Iter

La persona che intende fruire della suddetta agevolazione, il primo anno utile successivo all'aquisto del veicolo (periodo maggio-giugno) dovrà recarsi presso un Patronato - C.A.F. (Clicca qui per vedere la lista dei patronati) per la dichiarazione dei redditi.

Aggiornato il 19/01/2018 

Facilitazioni economiche
A chi sono rivolte
Per quali veicoli
La detraibilità ai fini IRPEF
Agevolazioni IVA
Esenzione del pagamento tassa automobilistica - Bollo
Esenzione dalle imposte sui passaggi di proprieta' - P.R.A.
Agevolazioni autostradali telepass
Acquisto di veicoli in leasing