id_tab3_row0 CHI SIAMO | CONTATTACI | ACCESSIBILITA'
idnavigation
Sezioni in aggiornamento
idmenu1
Informazione 
 · Agevolazioni
 · Pensioni ed Indennità
 · Servizi socio-sanitari
 · Mobilità
 · Barriere architettoniche
 · La casa
 · Istruzione
 · Formazione e Lavoro
 · Cooperative
 · Associazioni
 · Patronati
 · Ammin. di Sostegno
 · Assistenti Familiari
 · Modulistica
 · Normative
 · Siti utili
 · Risorse del Territorio
Minori 0-17 anni 
 · Indennità
 · Servizi socio-sanitari
 · Istruzione scolastica
 · Scuole
 · Centri di aggregazione
Socializzazione 
 · Motore di Ricerca: Comunità attiva
 · Raccolta News
 · Photoalbum
 · Tempo libero
 · Sport e Terapie
 · Turismo

idmenu2
Area Riservata

Parente di persona disabile in situazione di gravità

 
 
 
   

Colui il quale assista in modo esclusivo e continuativo una persona riconosciuta disabile portatrice di handicap in situazione di gravità dalla commissione medica dell’Azienda Sanitaria, ai sensi della legge 104/92, sia esso il coniuge, un parente o affine entro il terzo grado, e che non sia ricoverata a tempo pieno ha diritto a tre giorni al mese di permesso fruibili anche in maniera continuativa.

Assistenza continuativa ed esclusiva
Continuativa:significa, in linea generale, che il lavoratore assiste non occasionalmente il disabile.
Esclusiva: significa che non ci sono altri familiari conviventi in grado di prestare l'assistenza.

Parenti o affini entro il terzo grado

Sono parenti di 1° grado: i figli e genitori.

Sono parenti di 2° grado: i fratelli e sorelle, nipoti (figli dei figli) e nonni.

Sono parenti di 3° grado: gli zii e nipoti (figli di un fratello o una sorella).

I cugini sono parenti di quarto grado, quindi non possono accedere alla fruizione dei permessi lavorativi.


Sono affini di 1° grado: il suocero, genero e nuora.

Sono affini di 2° grado: la sorella e fratello della moglie.

Sono affini di 3° grado: la zia o lo zio della moglie.

Il cugino della moglie o del marito è affine di quarto grado ed è quindi escluso dai benefici lavorativi.)


Ricordiamo che la suddetta agevolazione è fruibile anche dai familiari conviventi che assistono persone handicappate in condizione di gravità che a loro volta siano lavoratori ed usufruiscono per se stessi delle faciltazioni previste

Scarica l'articolo del Direttore regionale Inps Friuli Venezia Giulia dott. Fabio Vitale

La documentazione

La documentazione da presentare all'Azienda o all'Amministrazione pubblica dove si lavora per poter godere delle agevolazioni è:

Iter

La domanda deve essere presentata su apposito modulo (Clicca qua per scaricarlo) alla sede dell'INPS - Via S. Anastasio n. 5 - 34132 Trieste - Tel. 040 3781111, con la documentazione di cui sopra.

Lavoratore disabile in situazione di gravità
Genitore di persona disabile in situazione di gravità
Parente di persona disabile in situazione di gravità
Pluralità di soggetti disabili in situazione di gravità nello stesso nucleo familiare
Congedo straordinario per cure
Contributi figurativi prepensionamento delle persone disabili